POVERTÀ IN EUROPA: EAPN (RETE EUROPEA), “VOGLIAMO UNA VITA DIGNITOSA”

“La povertà non è colpa nostra. Il lavoro è un diritto. Noi giovani disoccupati chiediamo lavoro e diritto di vivere. Vogliamo una vita dignitosa. La povertà non è un fatto naturale, ma può essere cambiato dagli uomini e dalle donne. Essere senza tetto non è mai una scelta. I politici riflettano fuori dal proprio portafoglio. Dichiariamo illegale la povertà.
Sradicare la povertà non è utopia, ma concretezza. Vogliamo solidarietà e diritti. Non siamo soli contro la povertà. Ascoltare l’esperienza dei poveri. Il luogo di appartenenza è là dove si vive, non dove si è nati.
Combattere la crisi economica e affrontare le radici della povertà. La lotta alla povertà è una pietra miliare nella lotta per la democrazia”.
Questi sono solo alcuni dei messaggi presentati dalle 27 delegazioni presenti all’inaugurazione dell’evento. È iniziato ieri a Bruxelles il 13° Incontro europeo delle persone in povertà, con delegazioni provenienti da 27 Paesi, organizzato dalla rete Eapn-European anti poverty network.
L’evento mira a facilitare l‘incontro tra persone con esperienza diretta della povertà da 27 Paesi europei con i leader europei e i responsabili politici. La delegazione italiana è presente con sei persone del
Cilap-Collegamento italiano di lotta alla povertà, che rappresenta la sede italiana di Eapn. L’incontro terminerà domani settembre con raccomandazioni conclusive per sradicare la povertà.