Le parole non bastano

A BRUXELLES L’INCONTRO EUROPEO DELLE PERSONE IN POVERTÀ 

EAPN European Anti Poverty Network: “LE PAROLE NON BASTANO”. 

Bruxelles, 25 Settembre 2014 – “Le parole non bastano”, è stato il chiaro messaggio del 13 ° incontro europeo delle persone in povertà, organizzato da EAPN European Anti Poverty Network, svoltosi a Bruxelles dal 22-24 settembre. “Le parole restano sulla carta, e non bastano. Il fatto che la prossima tornata di Fondi strutturali fornirà maggiori finanziamenti per l’inclusione sociale, con il 20% del Fondo sociale europeo destinati per la lotta contro la povertà e l’esclusione sociale, non è sufficiente”, ha dichiarato Sergio Aires, Presidente di EAPN, in conclusione dei lavori. “Le persone in povertà sono stanchi di promesse vuote. La Commissione europea e il Parlamento europeo devono agire per garantire che gli Stati membri realizzino gli impegni presi, con un aumento della quantità e qualità dei progetti che affrontano la povertà e promuovono l’inclusione” ha continuato Aires. “Ci aspettiamo che il 20% stanziato per l’inclusione sociale venga utilizzato con una reale partecipazione delle persone in povertà nel processo globale”, ha concluso. 
Il 13° Incontro delle persone in povertà riunito le delegazioni di persone con esperienza diretta in povertà da 31 Paesi europei. La delegazione italiana è stata presente con sei persone del CILAP – Collegamento Italiano di Lotta alla Povertà, che rappresenta la sezione italiana di EAPN. Nel corso dell’incontro ci sono stati approfondimenti su  5 workshop tematici su: reddito minimo per una vita dignitosa, senza fissa dimora non senza speranza, la gioventù e la povertà, lotta contro la povertà e l’esclusione dei migranti, la ricchezza e le disuguaglianze e la lotta contro la povertà. 
I delegati del 13° Meeting di Pep – persone in povertà e attivisti contro la povertà – hanno sottolineato la loro speranza in un cambiamento profondo, e che almeno  una parte dei fondi siano messi a disposizione per i progetti gestiti da ONG locali e nazionali. Hanno sottolineato inoltre che le regole e le procedure per la ricezione e la gestione dei fondi non devono essere così inutilmente burocratiche e che non escludano le organizzazioni della società civile organizzata e le ong dai finanziamenti dei Fondi strutturali. 
“Si dice che tutti i soggetti interessati devono partecipare al processo, quindi abbiamo solo bisogno di attuarlo! È obbligatorio, è vincolante. Gli Stati membri devono dedicare il 20%. Questo è progresso! “, ha dichiarato Sali Guntín, EAPN Spagna ed esperto di fondi strutturali. “Il 20% dovrebbe includere misure transnazionali in difesa di un’Europa sociale, con la partecipazione diretta delle persone interessate. La società civile ha esperti che sono all’altezza del compito”, ha aggiunto. 
“Questo incontro è un’occasione molto importante per un dialogo diretto tra i responsabili politici e le persone in povertà”, ha dichiarato László Andor, commissario europeo per l’Occupazione e gli affari sociali. “Con uno su quattro europei a rischio di povertà o di esclusione sociale, cioè il 25%, dobbiamo far sì che le giuste politiche siano sviluppate e attuate, con il coinvolgimento della società civile, per rafforzare la coesione sociale e combattere le disuguaglianze. Dobbiamo anche assicurare che le nostre politiche economiche migliorino la crescita e riducano la povertà. Sono fiducioso che gli strumenti finanziari dell’UE, come il Fondo sociale europeo e il Fondo europeo per gli aiuti agli indigenti, possono anche contribuire a fare la differenza “, ha aggiunto il commissario. 
Alla riunione di quest’anno, le delegazioni hanno dato una serie di raccomandazioni su come finanziare la lotta contro la povertà e investire nel target di riduzione della povertà nell’UE, tema della riunione. 
L’incontro è stato organizzato con il sostegno della Commissione europea. 
La Rete europea contro la povertà (EAPN) è la più grande rete europea delle reti nazionali, regionali e locali, coinvolgendo ONG contro la povertà e gruppi di base, nonché organizzazioni europee, attive nella lotta contro la povertà e l’esclusione sociale. 
CILAP EAPN ITALIA – info@cilap.eu – Letizia Cesarini Sforza – letiziacesarinisforza@gmail.com – Cell. 3454956483