Emin 2

La Rete europea del reddito minimo (EMIN) ha  presentato il suo ultimo rapporto al Parlamento europeo martedì 19 febbraio, in occasione di un evento organizzato da  Jean Lambert, deputato europeo,  con la partecipazione di Georgi Pirinski, eurodeputato, social e democratici e Enrique Calvet Chambon, ALDE e Katalin Szatmari, Commissione europea.

La  relazione  illustra le attività chiave e gli sviluppi in relazione al reddito minimo in Europa nel periodo 2017-2018 e le raccomandazioni derivanti dal lavoro dell’EMIN in questo periodo.

Affinché EMIN consideri i sistemi di reddito minimo dignitosi, devono essere  adeguati, accessibili e abilitanti . Il rapporto, basato su 3 peer review organizzati da EMIN in questo periodo, presenta definizioni e informazioni su cosa si intende per questi concetti e presenta raccomandazioni su come potrebbero essere fatti progressi verso schemi di reddito minimo dignitosi in ciascuna di queste aree. La relazione presenta anche una tabella di marcia UE riveduta  per garantire progressi in relazione ai sistemi di reddito minimo dignitosi. I messaggi chiave della road map possono essere letti di seguito.

Un elemento chiave del lavoro svolto è stata l’organizzazione di un  tour europeo degli autobus sotto il motto “Reddito minimo garantito – nessuno merita di meno e tutti ne traggono beneficio” . Questo tour di sensibilizzazione è stato effettuato in 32 paesi in 64 giorni per circa 25.000 km, con oltre 120 programmi e coinvolto più di 1000 volontari (vedi eminbus.eu/electronic-diary/ per un resoconto giorno per giorno del tour). Il tour ha promosso messaggi sull’impatto positivo per l’intera società da schemi di reddito minimo di buona qualità.

Siamo lieti di condividere con voi la  relazione finale  delle attività, dei risultati e delle raccomandazioni derivanti dal lavoro svolto negli ultimi due anni. 
Speriamo che sarete in grado di attingere a questo lavoro e che vi aiuta a contribuire a una nuova dinamica positiva per garantire una società più inclusiva in cui tutte le persone possano avere accesso a redditi adeguati per consentire loro di vivere in modo dignitoso ed essere attivi in le loro comunità.

Leggi il rapporto finale

EMIN è una rete informale che riunisce una vasta gamma di attori, a livello comunitario e nazionale, impegnati a promuovere la progressiva realizzazione di  schemi di reddito minimo adeguati, accessibili e abilitanti . L’EMIN mira a: 1) Rafforzare la cooperazione e il collegamento in rete tra gli attori pertinenti a livello dell’UE e nazionale 2) aumentare la consapevolezza dell’importanza di regimi di reddito minimo di buona qualità e 3) promuovere i progressi nei regimi.

EMIN è coordinato dalla Rete europea contro la povertà. Per maggiori informazioni vedi  www.emin-eu.net