Diritti sociali e riduzione della povertà devono essere al centro delle politiche UE in merito a COVID-19

La valutazione di EAPN circa le Relazioni nazionali del 2020, con proposte sulle raccomandazioni specifiche per ogni Paese


In questo rapporto EAPN presenta la valutazione delle Relazioni nazionali del 2020, con riferimento a COVID-19, attraverso il monitoraggio dei progressi sul fronte della povertà e dei diritti sociali, rispetto all’obiettivo della strategia Europa 2020, al Pilastro europeo dei diritti sociali e agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, in proseguimento al documento del 2019.
Sono incluse, inoltre, una valutazione dei progressi avvenuti per la partecipazione di PEP e di ONG negli Stati membri ed una riflessione sulle Relazioni nazionali.


Nel contesto dell’epidemia da COVID-19, la maggior parte dei membri EAPN ha sottolineato l’urgenza di riconsiderare le raccomandazioni effettuate nel 2020, dando priorità al sostegno finanziario, al fine di tutelare i diritti delle persone e garantire un tenore di vita dignitoso. Un sostegno economico, quindi, non rivolto solo alle imprese e ai mercati. In particolare, è richiesto di proteggere la salute delle persone, garantire l’accesso ai servizi sanitari e di assistenza, difendere il diritto al lavoro, assicurare redditi e mezzi di sussistenza adeguati.

Raccomandazioni prioritarie rispetto alla pandemia da COVID-19

1.Incorporare la valutazione della povertà/dell’impatto sociale

2. Rafforzare i servizi sanitari e di assistenza sociale di qualità

3. Dare priorità al reddito minimo adeguato e alla protezione sociale

4. Proteggere l’occupazione/evitare il lavoro precario/rivalutare il lavoro in prima linea

5. Assicurarsi che i poveri non risentano delle politiche di austerity

Suggerimenti generali basati sui Rapporti nazionali

1.Garantire politiche macroeconomiche, sostenere i diritti sociali e ridurre la povertà

2. Rendere prioritaria la riduzione della povertà, l’attuazione dei diritti sociali e degli OSS, sviluppando strategie integrate di contrasto alla povertà, compresa una strategia dell’UE

3. Attuare politiche in favore dei gruppi a rischio

4. Rendere immediatamente adeguato il livello di reddito minimo e di protezione sociale

5. Assicurare il diritto ai servizi pubblici essenziali: servizi sanitari e di assistenza sociale

6. Eliminare gli ostacoli all’accesso all’occupazione di qualità e alla povertà sul lavoro

7. Investire nell’istruzione pubblica universale, gratuita, nella formazione e nell’apprendimento permanente

8. Rafforzare la partecipazione delle persone che vivono in condizioni di povertà e delle ONG.

La versione completa del documento (in inglese):
https://www.eapn.eu/wp-content/uploads/2020/05/EAPN-EAPN-Assessment-of-2020-Country-Reports-with-alternative-CSRs-4405.pdf


Per ulteriori informazioni, si prega di contattare Sian Jones, coordinatore delle politiche EAPN

Please follow and like us:

Lascia un commento